Cronaca sociale

Tra il 1964 e il 1965, la sua operà si orienterà verso un realismo critico con una maggiore attenzione ai particolari, che servirà a rafforzare una denuncia dal tono sarcastico che spesso sfiorerà la parodia di certe classi al potere, e di determinate professioni dai significati specifici. Inoltre, Gruppi e iniziative come “Crónica de la realidad”, “Estampa Popular” e “Intrarrealismo”, a cui Mensa prese parte ed espose a quell’epoca mosso dai comuni propositi: quelli di una pittura impegnata con la chiara intenzione di lotta politica, che finirà per ricomprendere forti accenti della pop-art. Un nuovo orientamento segnato da una realtà storica: il passaggio dalla repressione franchista alla società dei consumi.

Leggi di più